Pens Therapy

La PENS Therapy (Percutaneous Electrical Nerve Stimulation) rappresenta una tecnica innovativa di stimolazione periferica delle terminazioni nervose contenute nel tessuto sottocutaneo, volta alla risoluzione della sintomatologia dolorosa.

La PENS Therapy induce un effetto analgesico in pazienti che presentino dolore, in aree circoscritte, resistente alle terapie farmacologiche.

Questa tecnica mini-invasiva è indicata per il trattamento efficace e sicuro di diverse patologie che provocano dolore cronico, quali:

  • cefalee
  • nevralgie occipitali
  • nevralgie del nervo trigemino
  • dolore neuropatico periferico
  • cervicalgia e cervico-brachialgia
  • cicatrici post-chirurgiche
  • lombalgia

La procedura viene eseguita in regime ambulatoriale ed ha la durata di circa 25 minuti; consiste nell’introduzione, previa anestesia locale, di un elettrodo di lunghezza idonea (da 2 a 20 cm) nel tessuto sottocutaneo dell’area interessata dal dolore, al fine di intercettare la traiettoria del nervo bersaglio.

Gli impulsi elettrici a bassa tensione rilasciati dall’elettrodo modulano l’attività del nervo, interrompendo la propagazione del segnale doloroso al cervello (teoria del Gate Control). Grazie all’emissione di una frequenza alternata (tra 2 e 100 Hz) viene stimolato il rilascio di oppiodi endogeni, con un importante effetto analgesico.

L’efficacia della procedura è immediata, ripetibile a distanza, ben tollerata dal paziente, priva di effetti collaterali e convalidata da autorevoli studi clinici e dagli Organismi Internazionali delle Tecnologie Sanitarie.

La PENS è indicata nei casi non suscettibili di intervento chirurgico, oppure come primo approccio terapeutico conservativo, oppure ancora come trattamento post-operatorio per ridurre i tempi di recupero.